Il libro di Postorino prende spunto da storie di bambini profughi dalla guerra bosniaca. È una vicenda toccante che ci disvela l’umanità più sincera.

Boatti ci racconta la storia del fratello Bruno, schizofrenico convito che Dio gli sconterà mezzo milione esatto di anni in purgatorio.

Daniele Barbieri fa i conti con «La terza antologia solarpunk di autori italiani» (e se la gode).