Aggredito lo scrittore Salman Rushdie, autore di “I versi satanici”

Salman Rushdie, oggetto di una fatwa nel 1989 per il suo libro "I versi satanici", è stato aggredito durante un evento nello Stato di New York.

Redazione

Lo scrittore Salman Rushdie, oggetto di una fatwa nel 1989 per il suo libro I versi satanici, è stato aggredito durante un evento al Chautauqua Institution nello Stato di New York.

Lo scrittore è stato colpito da diverse coltellate. L’aggressore è stato fermato: secondo le testimonianze, era vestito di nero e indossava una maschera.

Salman Rushdie è stato trasportato in un ospedale locale a bordo di un elicottero per essere operato.

Il libro di Rushdie I versi satanici fu bandito in Iran nel 1988, perché considerato blasfemo. Un anno dopo, l’ayatollah Khomeynī emise una fatwa, chiedendo la morte dello scrittore.

Credit foto: EPA/HAYOUNG JEON



Ti è piaciuto questo articolo?

Per continuare a offrirti contenuti di qualità MicroMega ha bisogno del tuo sostegno: DONA ORA.

Altri articoli di Redazione

Al via la raccolta fondi per finanziare il progetto di archiviazione digitale dell’opera del grande vignettista Sergio Staino

MicroMega+ del 5 aprile con Peter Beinart, Sara Chessa, Manuel Bianco, Francisco Scalese, Anna Paola Lacatena e Fabio Bartoli.

Ripubblichiamo qui tutte le riflessioni maturate a seguito del documento condiviso dalla redazione di MicroMega su Israele e Palestina.

Altri articoli di Mondo

Il libro “L’Iran in Fiamme” di Arash Azizi racconta delle instancabili lotte del popolo iraniano dell’ultimo secolo contro i regimi.

L’unico modo per ottenere un cessate il fuoco immediato – ormai chiesto persino dagli Usa – è l’interruzione di ogni sostegno militare a Tel Aviv.

Da sempre la propaganda di guerra ricorre all'argomento delle "armi segrete". Che siano vere o immaginate è secondario.