Guerra in Ucraina, la solidarietà di Cracovia: viaggio tra gli attivisti

Il centro Wielokulturowe è uno dei presidi di Cracovia che fornisce beni essenziali e servizi di prima necessità ai rifugiati ucraini che approdano o transitano in Polonia, dove una rete di associazioni internazionali sta collaborando per garantire solidarietà.

G.Baggio, G.Longo, R.Pozzato

Nonostante Cracovia si trovi a quasi 900 chilometri da Kiev non si è mostrata indifferente alla crisi umanitaria che sta colpendo la popolazione ucraina. Sono numerosi i presidi a sostegno dei rifugiati e le strutture che si sono attivate per accoglierli e fornire loro assistenza primaria, burocratica e sanitaria. Il centro Wielokulturowe, di cui Sebastian è coordinatore, arriva ad accogliere fino a 800 rifugiati al giorno: qui, una volta alla settimana, possono ricevere abiti, cibo, prodotti per l’igiene personale e per la cura dei neonati.
Video di Gioia Baggio, Giacomo Longo e Rachele Pozzato

Fuga dall’Ucraina. Un podcast di Valerio Nicolosi



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di G.Baggio, G.Longo, R.Pozzato

Première Urgence Internationale è una delle realtà che al confine si occupa di tutelare quanti arrivano dall’Ucraina.

Altri articoli di Video

Il direttore di MicroMega, l’ex segretario Cgil e uno degli ideatore dei "Girotondi" ricordano le due grandi manifestazioni del 2002.

Dal velo alla prostituzione, dalla gestazione per altri all’identità di genere, sono molti i temi che attraversano, e talvolta dividono, il femminismo.