Dieci anni senza Antonio Tabucchi: il ricordo di MicroMega

Il 25 marzo 2012 a Lisbona moriva uno dei più grandi scrittori contemporanei, un amico della nostra rivista, un vero intellettuale.

Redazione

Sostiene Tabucchi | di PAOLO FLORES D’ARCAIS
Ripercorrere le pagine del più noto romanzo di Antonio Tabucchi – Sostiene Pereira – è l’occasione per il direttore di MicroMega per tracciare il rapporto tra l’immaginario e l’impegno civile del grande scrittore scomparso otto anni fa. Perché è attraverso l’invenzione letteraria che Tabucchi esprime la verità in modo più profondo e più radicale. Un programma che unifica creazione letteraria, lavoro giornalistico, impegno civile.
Da MicroMega 4/2020 [Qui potete acquistare il volume]

Osservando il Novecento | di ANTONIO TABUCCHI
L’inquietudine di Gadda e il ‘desassossiego’ di Pessoa, misura occidentale del nostro secolo. L’impossibilità, secondo l’autore di Sostiene Pereira, di pensare il romanzo del Novecento senza la dissolvenza cinematografica.
Da MicroMega 2/2002 [Qui potete acquistare il volume]

Catullo e il cardellino | di ANTONIO TABUCCHI
Che cosa vuol dire impegno dal punto di vista di uno scrittore che fugge l’immediatezza, la presa diretta. La lezione di Pasolini e quella di Eco.
Da MicroMega 2/1996 [Qui potete acquistare il volume]

Credi foto: EPA/JULIAN MARTIN



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Redazione

Fabio Ridolfi, 46 anni, da 18 anni è immobilizzato a letto a causa di una rottura dell'arteria basilare. Oggi chiede solo di poter morire.

Con Gloria Origgi, Giorgio Cesarale, Raul Mordenti, Stefano Petrucciani, Paolo Quintili. Modera Antonio Cecere.

Crisi della politica? O sarebbe più corretto parlare di crisi della rappresentanza? La serie di interviste di MM+.

Altri articoli di Cultura

Chiacchierando con Paola Sabbatani | Stefano Maltese, giardiniere | Lorenzo Perosi, il dimenticato “pretino prodigio”

La fantascienza ci rassicura: le atrocità commessi in millenni di storia non sono colpa nostra.

Nel suo nuovo romanzo Marilù Oliva rilegge uno dei capolavori della classicità a partire dal punto di vista femminile di uno dei suoi personaggi più memorabili, Didone.