“Abbiamo salvato mille bambini”: podcast di Valerio Nicolosi

A Medyka, confine tra Polonia e Ucraina, incontriamo Julia, ex miss Ucraina e ambasciatrice UNICEF, che dall'inizio della guerra accompagna i minori lontano da Leopoli. Questo è il suo racconto.

Valerio Nicolosi

Siamo a confine di Medyka, piccolo comune rurale polacco del distretto di Przemyśtra. La frontiera che divide Polonia e Ucraina è a meno di due chilometri. Qui il flusso dei profughi è diminuito, mentre è aumentato quello di chi torna in Ucraina: chi torna dalla famiglia, chi si arruola nella legione straniera e chi è solo di passaggio per recuperare la figlia di alcuni amici che hanno deciso di combattere per difendere il proprio Paese.
Seguiamo Julia, ex miss Ucraina e ambasciatrice UNICEF, che dall’inizio della guerra accompagna i minori che scappano da Leopoli vero i Paesi europei, dove verranno inseriti nel sistema di accoglienza.
ASCOLTA SU SPREAKERASCOLTA SU SPOTIFY

Fuga dall’Ucraina. Un podcast di Valerio Nicolosi



Ti è piaciuto questo articolo?

Per continuare a offrirti contenuti di qualità MicroMega ha bisogno del tuo sostegno: DONA ORA.

Altri articoli di Valerio Nicolosi

A distanza di quattro mesi il testo di legge delega non è ancora pubblico. E ActionAid rilancia la campagna del 2019: #sicuriperdavvero.

Mentre il soccorso in mare delle ONG continua a essere osteggiato, a Tripoli c’è una milizia del governo che respinge, tortura e abusa dei migranti.

Amnesty International: “Diffondere notizie di pubblico interesse è una pietra angolare della libertà di stampa”.

Altri articoli di Mondo

Un ritratto del premier slovacco Fico, vittima di un'aggressione a poche settimane dalle elezioni europee.

Pedro Sánchez si è preso cinque giorni per riflettere su una plausibile dimissione per tornare rilanciando un appello contro le ultra destre.

L'unica soluzione per tutte le forme di razzismo, incluso l'antisemitismo, sta nella rottura della santa trinità di popolo-Stato-territorio.