Emergenza clima, Mercalli: “Perché abbiamo fatto causa allo Stato”

“L’umanità sta correndo rischi colossali. Non ci resta che questo strumento”. In questa video intervista il climatologo Luca Mercalli spiega a MicroMega le ragioni che hanno spinto associazioni e cittadini a portare in tribunale lo Stato italiano per inadempienza contro la crisi climatica.

Valerio Nicolosi

“Se non interveniamo subito entro questo secolo avremo un pianeta ostile con città inondate e terre aride non coltivabili”. L’appello di Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana, è chiaro e non lascia spazio a interpretazioni.

Nei giorni scorsi lui e altri 200 ricorrenti hanno intrapreso una causa contro lo Stato per chiedere maggiore tutela dell’ambiente e azioni concrete contro i cambiamenti climatici.

La questione ambientale è nota da 50 anni, il primo documento delle Nazioni Unite è di 30 anni fa, eppure i governi non si sono impegnati nella riduzione dei fattori che incidono sui cambiamenti climatici.

“Abbiamo scelto il tribunale perché le abbiamo provate tutte e perché forse i governi come le industrie o le persone, si convincono dell’importanza di un tema solo davanti a un tribunale” chiosa Mercalli nell’intervista.

SU QUESTO TEMA LEGGI ANCHE:

Mercalli: Il problema ambientale è un problema di democrazia

 



Per sostenere MicroMega e abbonarsi alla rivista e a "MicroMega+": www.micromegaedizioni.net

Altri articoli di Valerio Nicolosi

ActionAid lancia la campagna “Diritti in giacenza” per garantire a tutti, senza discriminazioni, l’accesso ai diritti fondamentali.

I 422 operai dello stabilimento di Campi Bisenzio continuano la mobilitazione. Li abbiamo incontrati all’esterno della fabbrica.

“La Libia non è un porto sicuro e le violazioni dei diritti umani sono sistematiche”. Centinaia di persone a Montecitorio contro il rifinanziamento della Guardia Costiera libica.

Altri articoli di Ambiente

Secondo Stefano Caserini, docente di Mitigazione dei cambiamenti climatici, il Fit for 55 mostra la volontà di perseguire serie politiche di transizione energetica.

Gli attacchi contro la candidata cancelliera dei Verdi dimostrano quanto una coerente politica del clima faccia paura.

A San Giovanni a Teduccio comitati e cittadini lottano contro il progetto di Edison e Kuwait Petroleum Italia.