Condanna ingiusta per l’attivista russo Oleg Orlov

Numerose organizzazioni russe e internazionali per la difesa dei diritti umani si uniscono in una dichiarazione congiunta per denunciare ingiusta condanna a due anni e sei mesi di reclusione per Oleg Orlov, co-direttore del Centro per la difesa dei diritti umani Memorial.

Memorial Italia

“Noi, 28 organizzazioni russe e internazionali per la difesa dei diritti umani, condanniamo la sentenza emessa dal Tribunale distrettuale Golovinskij di Mosca nei confronti del co-direttore del Centro per la difesa dei diritti umani Memorial Oleg Orlov, condannato a 2 anni e 6 mesi di reclusione per aver “leso ripetutamente la reputazione” delle forze armate russe.
Il settantenne Orlov è un attivista che per tutta la vita ha portato avanti la lotta per la difesa dei diritti umani, denunciandone le violazioni e cercando di fare giustizia per le vittime. Il “crimine” che gli viene contestato è l’essersi opposto alla guerra orchestrata dal Cremlino in Ucraina e all’inasprimento delle repressioni politiche in Russia. Il processo a Orlov è una parodia della giustizia e un attacco al diritto fondamentale della libertà di espressione. Lui e i suoi avvocati hanno affermato che si appelleranno contro la sentenza.
Le autorità russe dovrebbero ritirare la sentenza e rilasciare immediatamente Orlov, così come tutti coloro che si trovano in carcere solo per aver esercitato i propri diritti umani fondamentali, come criticare pubblicamente le violazioni del governo. Gli attori internazionali dovrebbero agire facendo leva sulla propria influenza per prosciogliere Orlov e far sì che il governo russo venga dichiarato responsabile di tali gravissime e ripetute violazioni dei diritti umani”.
Elenco dei firmatari:
Human Rights Watch
Amnesty International
Norwegian Helsinki Committee
Federazione internazionale per i diritti umani (FIDH)
OVD-Info
Front Line Defenders
Civil Society Forum
Public Verdict Foundation
Civic Assistance Committee
Centro per la difesa dei diritti umani Memorial
Associazione internazionale Memorial
Crew Against Torture (Russia)
Stichting Justice Initiative (Russia)
Human Rights House Foundation
Organizzazione mondiale contro la tortura (OMCT)
Comitato di Helsinki per i Paesi Bassi
Movimento degli obiettori di coscienza
Freedom House
Citizens’ Watch
International Protection Centre
Centro per la difesa dei mass media (Russia)
Freedom Files, Polonia
International Partnership for Human Rights (IPHR)
Centro per le libertà civili, Ucraina
Centro contro la discriminazione Memorial (Belgio)
Centro per i diritti umani Viasna (Belarus’)
Comitato di Helsinki per la Belarus’



Ti è piaciuto questo articolo?

Per continuare a offrirti contenuti di qualità MicroMega ha bisogno del tuo sostegno: DONA ORA.

Altri articoli di Memorial Italia

L'associazione auspica una soluzione del conflitto in Ucraina che restauri il rispetto del diritto internazionale.

Altri articoli di La parola a...

Nell'anniversario del conflitto in Sudan la risposta della comunità internazionale è inadeguata: vittime civili in aumento in tutto il Paese.

La Corte di Giustizia Federale tedesca ha condannato a 14 anni di prigione un membro dell’Isis per crimini contro l’umanità e crimini di guerra.

Amnesty International rende noti i dati sconcertanti relativi all'aumento degli omicidi di stato attraverso la pena di morte in Iran.