Il treno per Varsavia: podcast di Valerio Nicolosi

Valerio Nicolosi, inviato di MicroMega, è ora in Polonia. In questa puntata ci racconta del viaggio degli ucraini verso nord.

Valerio Nicolosi

Il treno che porta da Cracovia porta a Varsavia è pieno di famiglie ucraine. Famiglie che viaggiano anche con i loro animali domestici. Già prima di partire queste persone ricevono un sostegno: a Cracovia molte strutture ricettive hanno aperto le porte ai profughi. Nella stazione i volontari sono a disposizione di chiunque abbia necessità. Sono loro a indirizzare queste persone sui treni per Varsavia, snodo cruciale per l’esodo verso nord, verso la Germania e i Paesi Bassi.
Quando arriviamo a Varsavia l’accoglienza è ancora migliore, se possibile, rispetto a Cracovia. Decine i volontari al lavoro. Nella zona centrale della stazione sono stati allestiti degli stand per distribuire cibo, vestiti e dare informazioni. Tra loro c’è Orlando, originario della Repubblica Dominicana: vive a Ibiza e oggi è in Polonia per aiutare chi scappa dalla guerra.
ASCOLTA SU SPREAKERASCOLTA SU SPOTIFY

Fuga dall’Ucraina. Un podcast di Valerio Nicolosi

Pace, pacifismo e resistenza: opinioni a confronto
Dialogo tra Luciana Castellina, Paolo Flores d’Arcais e Tomaso Montanari



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Valerio Nicolosi

A distanza di quattro mesi il testo di legge delega non è ancora pubblico. E ActionAid rilancia la campagna del 2019: #sicuriperdavvero.

Mentre il soccorso in mare delle ONG continua a essere osteggiato, a Tripoli c’è una milizia del governo che respinge, tortura e abusa dei migranti.

Amnesty International: “Diffondere notizie di pubblico interesse è una pietra angolare della libertà di stampa”.

Altri articoli di Uncategorized

Conoscere le lingue straniere è fondamentale per coloro che amano viaggiare e scoprire nuovi luoghi del mondo. Prima di partire infatti si dovrebbe sempre seguire un corso per essere preparati e non farsi cogliere alla sprovvista, in quanto arrivare in un Paese nuovo senza conoscerne la lingua può rivelarsi alquanto sconveniente, oltre che problematico. È...