Giornate della laicità, “i confini dell’umano” e “scienza, politica e cittadini”

A Reggio Emilia due incontri con Massimo Baldacci ed Elena Gagliasso.

Redazione

Dalle Giornate della laicità i due incontri trasmessi in diretta streaming nella giornata del 12 giugno. Nel primo, Massimo Baldacci discute con Cinzia Sciuto. Titolo dell’incontro: “L’educazione ci rende umani“.
Che cosa ci rende umani? Già la parola “uomo” pone problemi: che è uomo? chiedeva Kant, ma per rispondere bisogna frequentare un limite, sporgersi oltre i confini e figurarsi più che umani.

Nel secondo – a seguire – Elena Gagliasso si confronta con Simona Maggiorelli su “Scienza, politica e cittadini: fra diffidenza complottistica e affidamento fideistico“.

In questo anno di pandemia abbiamo assistito a un andamento altalenante nei rapporti fra la scienza e i cittadini. Dalla completa diffidenza condita di complottismo si passa all’affidamento fideistico, pretendendo dagli scienziati certezze assolute che essi per definizione non possono dare. Ma la scienza ha bisogno di cittadini attenti, critici, informati, non di complottisti né tantomeno di fedeli.

IL VIDEO



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Redazione

La Turchia usa armi chimiche contro i curdi? Una lettera aperta di attivisti e associazioni di 24 Paesi chiede un'indagine internazionale.

Con contributi di Pegah Tashakkori, Mariam Rawi, Marilisa D’Amico, Alessandra Testa, Cristina Laura Cecchini, Ilaria Boiano, Monica Lanfranco.

Altri articoli di Laicità

La Cgil sta perdendo la sua laicità? L'udienza del 19 dicembre fra Bergoglio e migliaia di delegati causa sconcerto nel sindacato.

Dal velo alla prostituzione, dalla gestazione per altri all’identità di genere, sono molti i temi che attraversano, e talvolta dividono, il femminismo.

Nella pellicola di Abel Ferrara non c’è traccia di doti taumaturgiche, guarigioni miracolose, dono dell’ubiquità e altri prodigi del prete di Pietralcina.