Guerra in Ucraina, l’intervento di Zelensky alla Camera dei deputati

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in videocollegamento con deputati e senatori riuniti alla Camera.

Redazione

Guerra in Ucraina, alla Camera l’intervento del presidente Volodymyr Zelensky in videocollegamento con deputati e senatori. “Il nostro popolo è diventato l’esercito. Immaginate Mariupol come una città completamente bruciata. Il prezzo della guerra? 117 bambini uccisi”. Queste le prime parole di Zelensky. In Aula anche il premier Mario Draghi.

Guerra in Ucraina, il discorso di Zelensky alla Camera

“Ho visto il male che porta il nemico, quanta devastazione lascia a quanto spargimento di sangue”. Nel suo intervento, Zelensky ha sottolineato come “l’obiettivo dei russi è l’Europa, influenzare le vostre vite, avere il controllo sulla vostra politica e la distruzione dei vostri valori”. Per il presidente, quindi, “l’Ucraina è la porta di ingresso per l’esercito russo per entrare in Europa”.

Zelensky ha quindi ricordato la manifestazione di Firenze di una settimana fa: “Ho chiesto a tutti gli italiani di ricordare il numero 79, che era il numero di bambini uccisi, ora sono ora 117”. Ci sono “migliaia di feriti, centinaia di migliaia di vite distrutte, di case abbandonate, i morti nelle fosse comuni e nei parchi”.

Zelensky e i rapporti tra Ucraina e Italia

“Gli ucraini sono stati vicini a voi durante la pandemia, noi abbiamo inviato medici e gli italiani ci hanno aiutati durante l’alluvione”.

Guerra in Ucraina, l’intervento di Mario Draghi

Dopo Zelensky è stato il turno del premier Mario Draghi. “Oggi l’Ucraina difende la nostra pace, la nostra libertà e la nostra sicurezza. L’Italia è al fianco dell’Ucraina. L’Italia vuole l’Ucraina nell’Unione europea”.

“Vogliamo disegnare un percorso di maggiore vicinanza dell’Ucraina all’Europa: è un processo lungo fatto di riforme necessarie. L’Italia è a fianco dell’Ucraina in questo processo”.

Guerra in Ucraina, le sanzioni alla Russia

Sulle sanzioni, Draghi ha spiegato che “in Italia abbiamo congelato beni per oltre 800 milioni di euro agli oligarchi russi vicini a Putin”.

Guerra in Ucraina, l’accoglienza

“Quando l’orrore e la violenza sembrano avere il sopravvento proprio allora dobbiamo difendere i diritti umani e civili, i valori democratici; a chi scappa dalla guerra dobbiamo offrire accoglienza. Di fronte ai massacri dobbiamo rispondere con gli aiuti, anche militari, alla resistenza”.


Approfondimenti:
Guerra in Ucraina. Tutte le analisi e le opinioni sulla crisi
Tutte le analisi e le opinioni sulla crisi pubblicate su MicroMega. In taluni casi molto distanti dalla posizione del direttore Paolo Flores d’Arcais.



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Redazione

La Turchia usa armi chimiche contro i curdi? Una lettera aperta di attivisti e associazioni di 24 Paesi chiede un'indagine internazionale.

Con contributi di Pegah Tashakkori, Mariam Rawi, Marilisa D’Amico, Alessandra Testa, Cristina Laura Cecchini, Ilaria Boiano, Monica Lanfranco.

Altri articoli di Video

Il video del confronto fra il direttore di MicroMega Paolo Flores d’Arcais e quello di Radio Popolare Alessandro Gilioli.

L'ex procuratore di Palermo: “Il governo Meloni si regge sui voti di un partito il cui leader ha mantenuto rapporti pluriennali coi mafiosi”.

Mutuo supporto, solidarietà e saperi condivisi: questo quanto emerge dal progetto di ricerca “La Pienezza del Vuoto”.