No a Berlusconi Presidente della Repubblica! Appello ai grandi elettori

Nulla nella sua figura corrisponde alla qualità necessaria per rivestire la carica. Se consumate questo delitto il Parlamento avrà perduto per sempre la sua dignità. La Repubblica sarà ferita a morte e nei secoli resterà viva la memoria di questa ignominia.

Francesco 'Pancho' Pardi

Berlusconi non può diventare Presidente della Repubblica. Non può nemmeno essere candidato alla Presidenza. Nulla nella sua figura corrisponde alla qualità necessaria per rivestire la carica. È stato il Presidente del Consiglio più anomalo in tutta la storia politica italiana. Ineleggibile, titolare del più gigantesco conflitto d’interessi, condannato per reati gravi, prosciolto per prescrizione da delitti di corruzione, tuttora imputato in procedimenti penali, ha più volte usato la sua maggioranza per intimidire la magistratura e sfuggire con leggi congegnate apposta alle numerose cause in cui era imputato. Ha cercato di affossare la Costituzione con una riforma che aveva l’obbiettivo dichiarato di sconvolgere l’equilibrio tra i poteri costituzionali, stabilire il dominio del governo sul Parlamento, assicurare il suo dominio sul governo. Per fortuna i cittadini nel referendum del 2006 hanno con forza bocciato la sua riforma. Ora, espulso dal Senato, ha la pretesa di candidarsi alla massima carica della Repubblica come a un lavacro purificatore. Non c’è un caso simile in tutta la storia politica europea. Ciò è intollerabile. Gli arbitri sono i grandi elettori, parlamentari e consiglieri regionali, che voteranno tra pochi giorni. Noi ci rivolgiamo a loro per ricordare l’enorme responsabilità che grava sul Parlamento. Non potete far salire al Quirinale un personaggio espulso dal Senato. Non potete installare la Televisione al Quirinale. Se consumate questo delitto il Parlamento avrà perduto per sempre la sua dignità. La Repubblica sarà ferita a morte e nei secoli resterà viva la memoria di questa ignominia. Abbiate la fermezza di evitare il tracollo e la fiducia per votare un candidato degno del ruolo.



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Francesco 'Pancho' Pardi

Dopo il discorso del presidente russo alla Duma quale negoziato è immaginabile con chi vuole un ampliamento del conflitto?

Non si può ridurre la grandezza della letteratura russa alla miseria di vedute di chi esercita oggi il potere in Russia.

Con la Russia sempre più all’assalto, quando Macron ripete che “non si può umiliare la Russia”, viene da chiedersi: ma che mondo vede quest’uomo?

Altri articoli di Politica

L’Italia della Seconda Repubblica da tempo non è più quella del voto per ideologia e appartenenza politica.

I partiti di centrosinistra hanno compensato la dissoluzione della loro base sociale con la solida vita nei governi locali e anche nazionale.

La classe dirigente uscente, nonostante abbia dato dimostrazione di grandi fallimenti, è stata riconfermata dagli elettori siciliani.