Piero Angela, l’uomo che pensava il futuro

A 93 anni compiuti l’ideatore della trasmissione “Quark” non si lamentava, non criticava. Guardava invece avanti, sperava e pensava il futuro.

Rossella Guadagnini

Piero Angelo l’ho sentito un paio di mesi fa, a fine maggio scorso, purtroppo per l’ultima volta. Era per un’intervista sull’apertura del CicapFest 2022, che si è tenuto dal 3 al 5 giugno a Padova (e a Rovigo), dedicato a “La scienza del mondo che verrà”. La manifestazione è organizzata ogni anno dal Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, il Cicap, nato nel 1989 per iniziativa del grande giornalista e divulgatore che lo ha fondato e ne era presidente onorario.

A 93 anni compiuti l’ideatore della trasmissione “Quark” non si lamentava, non criticava. Guardava invece avanti, sperava e pensava il futuro. Quasi incredibile per un uomo della sua età in questo complesso momento storico. Ma lui era fatto così: positivo, come sempre, e soprattutto propositivo. “Piero era una sorgente continua di progetti, di stimoli, con la voglia mai spenta di fare e di sapere. ‘Quando sono in piedi sono un novantenne, ma quando mi siedo ho quarant’anni di meno’, mi confessava nella sua cucina trasformata in studio. Mi piace ricordarlo così”, afferma Massimo Polidoro amico e compagno di strada, segretario del Cicap.

Ecco le parole augurali, a posteriori profetiche, che mi disse per l’occasione: “Pensando al futuro, non posso non ricordare che il nuovo secolo, che stiamo vivendo, è dei giovani. Nel 2050, un anno che sembra così lontano loro saranno dei giovani 40/50enni. Nel 2090, che sembra lontanissimo, avranno meno dell’età che ho io oggi, Sarà un secolo pieno di cambiamenti e sinceramente mi dispiace di non poter vedere tutto quello che succederà: grandi problemi, certo, ma anche grandi innovazioni e tante opportunità”. Una sfida per tutti noi che lo ricordiamo con affetto.

(credit foto Paolo Attivissimo, CC BY 2.0 via Wikimedia Commons)

In ricordo di Piero Angela: “La scienza può essere pop”



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Rossella Guadagnini

Un carattere indomito, un’intelligenza limpida e acuta, un sapere consolidato, mai sfoggiato. Il ricordo di quanti le sono stati vicini in questi anni.

Per il pacifista e premio Nobel argentino "le Nazioni Unite sono un faro spento che deve tornare ad accendersi: vanno trasformate e democratizzate".

Parla la rappresentante dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa.

Altri articoli di Blog

La nuova versione del Dizionario italiano Treccani per la prima volta registra le forme femminili di nomi e aggettivi insieme a quelle maschili.

Franco Bernabé, il più soave dell’establishment (crescere a Torino, con tanto di passaggio professionale in Fiat vorrà pur dire qualcosa), per essere un perfetto ponziopilato dovrebbe mettersi d’accordo con sé stesso: se dice che il governo Draghi ha messo le cose a posto, come mai prosegue la riflessione informandoci che ora l’algido banchiere, il Migliore...

“Non voterò con convinzione, ma almeno di una cosa sono certa: avrò cercato di tenermi stretta la mia libertà e la mia Costituzione”.