Lesbo: una storia d’attesa | Puntata 3: MORIA 2.0

Dopo l’incendio i migranti dormono per strada. Il governo greco costruisce un nuovo campo in pochi giorni. Ma più che un campo, è una prigione.

Velania A. Mesay

Mentre i migranti dormono sul ciglio della strada sperando che la distruzione di Moria equivalga a poter lasciare l’isola, a pochi passi da loro il governo greco costruisce un nuovo campo in pochi giorni. È il campo di Mavrovouni. I profughi provano a ribellarsi, si rifiutano di farvi ingresso ma dopo poche ore il governo greco emana il suo ricatto: chi non entrerà nel nuovo campo non potrà proseguire con la sua richiesta d’asilo. Il campo verrà successivamente rinominato “Moria 2.0” date le inumane condizioni di vita che offre.
ASCOLTA SU SPREAKERASCOLTA SU SPOTIFY

Lesbo: una storia d’attesa | Podcast di Velania A. Mesay



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Velania A. Mesay

La guerra in Yemen. La paura di morire sotto i colpi di artiglieria. La decisione di un giovane e di suo fratello: andare via dal Paese. In qualsiasi modo.

Le storie di Alina, Iryna e Stella, fuggite dalla guerra e ora a Roma nello stabile occupato di Via Santa Croce in Gerusalemme.

Questa è la storia di Mustafa, giovane ragazzo di venti anni. Attraverso il suo racconto, riviviamo il dramma di Lesbo.

Altri articoli di Mondo

Sarebbe un segnale forte se dagli ambienti musulmani che non si riconoscono nella violenza partisse una campagna di solidarietà.

Salman Rushdie, oggetto di una fatwa nel 1989 per il suo libro "I versi satanici", è stato aggredito durante un evento nello Stato di New York.

Le donne ucraine violentate dai soldati russi abortiscono in Polonia in segreto e spesso senza accesso a cure mediche adeguate.