Un esodo di donne e bambini: podcast di Valerio Nicolosi

Alla frontiera tra Ucraina e Romania si transita a piccoli gruppi. Gli uomini sono pochissimi. Chi scappa è perché è stato esentato in passato dalla leva militare.

Daniele Nalbone

Alle 6 del mattino il confine di Siret, tra Ucraina e Romania, riprende le sue attività. Finisce il coprifuoco sul territorio ucraino e le persone iniziano a riversarsi alla frontiera per evitare di restare bloccate dalle code chilometriche. Passano a gruppetti. Ogni famiglia passa per conto suo. Spesso solo una mamma e uno o due bambini. Quelli che mancano all’appello sono gli uomini. Chi passa è perché è stato esentato in passato dalla leva militare: possono uscire dal Paese perché non sono impiegabili in questa guerra. Sono pochissimi e non vogliono parlare, si sentono come privilegiati. Questo è un esodo di donne e bambini.
ASCOLTA SU SPREAKERASCOLTA SU SPOTIFY

“Ho con me solo il passaporto”: podcast di Valerio Nicolosi

Famiglie spezzate: podcast di Valerio Nicolosi



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Daniele Nalbone

Un’analisi della situazione a partire dal report sulla libertà di espressione recentemente pubblicato dalla ong Artículo 19.

L’Ucraina è un Paese nazista? Il battaglione Azov ha un ruolo centrale? Sostenere la resistenza ucraina è “di destra”? Parla lo storico Elia Rosati.

Intervista a Michele Mezza, giornalista, saggista e docente universitario, per capire cosa sta accadendo ai più alti livelli del mondo digitale.

Altri articoli di Mondo

Uno degli slogan della propaganda russa per giustificare la guerra è “Liberare il Donbas”. Una ricostruzione della storia di questa regione.

Il “mito imperiale” e l’idea della “Grande Russia” propagandate da Putin hanno origine in una precisa e articolata elaborazione ideologica.

Bisogna evitare azioni e dichiarazioni che si prestano a manipolazioni da parte della Russia e della Chiesa ortodossa russa.