Sindrome Italia: podcast di Valerio Nicolosi

Il ritorno in Italia avviene da una cittadina romena al confine con la Moldavia. Iași. Qui un reparto psichiatrico dell'ospedale è dedicato alle badanti che hanno lavorato nel nostro Paese.

Valerio Nicolosi

Iași. Ero già stato in passato in questa cittadina romena per raccontare da dove partono le donne per venire a fare le badanti in Italia. Molte di loro, quando fanno ritorno in patria, sono costrette a ricorrere alle cure psichiatriche per quella che, qui, viene chiamata “sindrome Italia”. Un padiglione dell’ospedale è stato adibito appositamente a questo tipo di pazienti. Il ricordo che ho di questo aeroporto è di uno scalo piccolo, con pochi gate. Uno scalo semideserto con la pista a ridosso dell’edificio. Stamattina l’aeroporto è preso d’assalto dagli ucraini che sconfinano in Moldavia. Da questo aeroporto, stamattina, sono partiti solo tre voli. Uno per Bergamo, uno per Verona e uno per Roma.
ASCOLTA SU SPREAKERASCOLTA SU SPOTIFY

Voci da Kiev sotto assedio: i podcast di Valerio Nicolosi



Ti è piaciuto questo articolo?

Per continuare a offrirti contenuti di qualità MicroMega ha bisogno del tuo sostegno: DONA ORA.

Altri articoli di Valerio Nicolosi

A distanza di quattro mesi il testo di legge delega non è ancora pubblico. E ActionAid rilancia la campagna del 2019: #sicuriperdavvero.

Mentre il soccorso in mare delle ONG continua a essere osteggiato, a Tripoli c’è una milizia del governo che respinge, tortura e abusa dei migranti.

Amnesty International: “Diffondere notizie di pubblico interesse è una pietra angolare della libertà di stampa”.

Altri articoli di Mondo

Francia in sciopero, grande mobilitazione in tutto il paese. Raffinerie bloccate, scuole serrate, blackout energetici, trasporti in tilt.

Non dobbiamo aspettarci l'appoggio degli Stati occidentali alle lotte delle donne in Iran, afferma Maryam Namazie in questa intervista.

Con la rielezione di Lula il Brasile rientra nello scenario democratico globale: niente potranno i rigurgiti dell’estrema destra.