Risultati elettorali, tutte le analisi e le opinioni pubblicate su MicroMega

Tutte le analisi e le opinioni sull'esito delle elezioni del 25 settembre 2022 pubblicate su MicroMega.

Redazione

Tutte le analisi e le opinioni sull’esito delle elezioni del 25 settembre 2022 pubblicate sul nostro sito.
Non mollare! | di PAOLO FLORES D’ARCAIS
Nessuna rassegnazione. Lo vietano anche i numeri: prese nel loro insieme le destre si fermano al 46%, mentre le non-destre si attestano al 52%. Si tratta dunque di ripartire dalla società civile, da tutto il variegato mondo dell’associazionismo di base che con la sua prassi ha sempre proclamato una volontà di giustizia-e-libertà.
Di quale “riscatto” parla Meloni? | di GIUSEPPE PANASSIDI
Giorgia Meloni a caldo ha parlato di “notte del riscatto”. Ma da che cosa? E per chi?
Un voto mobile e poco deciso in una società divisa dalle disuguaglianze | di FEDERICA D’ALESSIO
Il rapporto dell’istituto di ricerca Ixè ha confrontato i flussi di voto calcolando quanto si siano spostati da un partito all’altro, da e verso l’astensione, e quanto si siano divisi in base alle direttrici del sesso, dell’età, delle condizioni economiche, dell’appartenenza politica e di quella religiosa.
Responsabilità e conseguenze di un voto disastroso | di PANCHO PARDI
I partiti non di centrodestra si sono avviati al voto in concorrenza tra loro invece che uniti. Non potevano che essere sconfitti.
La destra vince ma non stravince | di MARIO BARBATI
Tracolla la Lega di Salvini ma è il Pd il grande sconfitto. E un M5S rivitalizzato trova forse la sua fisionomia politica.
E se fosse solo il solito gattopardismo tinto di nero? | di PIERFRANCO PELLIZZETTI
Il risultato elettorale è l’apoteosi dell’ossimoro: Meloni conferma le previsioni e stravince, ma nel contesto di una destra altamente instabile.
Le elezioni di Giorgia Meloni | di MARIA CONCETTA TRINGALI
Meloni che tipo di presidente del Consiglio sarà? È lecito aspettarsi blocchi navali, frontiere serrate, incentivi alla natalità, bonus-bebè e condoni d’ogni sorta.
Che Italia saremo | di MONICA LANFRANCO
La prospettiva è quella di un’Italia che non solo si pone come molto vicina al modello ungherese ma che si allontana dalla prospettiva europea, riportando indietro in modo inquietante le lancette dell’orologio della storia contemporanea.
Colmare il divario fra il Paese e la politica | di FORUM DISUGUAGLIANZE DIVERSITÀ
Astensione record ed esito del voto sono frutto di un divario impressionante fra la vivacità del paese e la sua traduzione nella politica organizzata. Il ForumDD rilancia la necessità di alleanze per obiettivi specifici, perché la voce della società sia ascoltata, per favorire quel “partito di giustizia sociale e ambientale” che oggi non c’è, per dialogare con quei membri del Parlamento che cercano un rapporto con la società.
L’Italia vira a destra | di TERESA SIMEONE
La destra ha vinto, come era ampiamente prevedibile. Adesso speriamo che almeno i diritti acquisiti non vengano toccati, come è stato promesso in campagna elettorale.
Un voto contro l’agenda Draghi | di DANIELE NALBONE
Una prima analisi del voto: il crollo di Salvini, la scomparsa di Di Maio, il flop di Letta e dell’agenda Draghi. Resiste solo Conte. Così Giorgia Meloni ha vinto senza faticare.

Credit foto: ANSA/GIUSEPPE LAMI



MicroMega non è più in edicola: la puoi acquistare nelle librerie e su SHOP.MICROMEGA.NET, anche in versione digitale, con la possibilità di scegliere tra vantaggiosi pacchetti di abbonamento.

Altri articoli di Redazione

Con contributi di Pegah Tashakkori, Mariam Rawi, Marilisa D’Amico, Alessandra Testa, Cristina Laura Cecchini, Ilaria Boiano, Monica Lanfranco.

Il manifesto degli intellettuali tedeschi per una mobilitazione solidale al fianco del popolo ucraino.

Il video del confronto fra il direttore di MicroMega Paolo Flores d’Arcais e quello di Radio Popolare Alessandro Gilioli.

Altri articoli di Politica

Dal lavoro della Commissione Femminicidio emerge una consegna chiara: mostrare la realtà della violenza sulle donne.

Nella bozza Calderoli i diritti rischiano di perdere i caratteri di universalità che sono a garanzia dell’unità e indivisibilità della Repubblica.

Il manifesto degli intellettuali tedeschi per una mobilitazione solidale al fianco del popolo ucraino.