Turchia in bilico – Fra catastrofe autoritaria e nuove speranze democratiche

La discussione sulle elezioni in Turchia che presenta il volume di MicroMega 3/2023, "La democrazia nemica di sé stessa".

Redazione

Recep Tayyip Erdoğan si riconferma il presidente della Turchia sulla quale governerà per altri 5 anni.
Ma questa volta qualcosa è cambiato: per riconfermarsi, Erdogan è dovuto passare per il ballottaggio contro Kemal Kılıçdaroğlu che è arrivato a riscuotere un gran numero di voti anche grazie alle strategie messe in campo in suo favore da diversi partiti.
Ma chi sono le forze politiche che si sono fronteggiate alle elezioni e quanto sono rappresentative del Paese?
Condividiamo la discussione in diretta “Turchia in bilico – Fra catastrofe autoritaria e nuove speranze democratiche” del 25 maggio 2023 con i giornalisti Francesco Brusa e Davide Grasso e la studiosa Lea Nocera. Modera la condirettrice di MicroMega Cinzia Sciuto.
La discussione presenta il volume di MicroMega 3/2023, “La democrazia nemica di sé stessa”, in tutte le librerie fisiche e online. 

 



Ti è piaciuto questo articolo?

Per continuare a offrirti contenuti di qualità MicroMega ha bisogno del tuo sostegno: DONA ORA.

Altri articoli di Redazione

MicroMega+ del 23 febbraio con Francesco Brusa, Andrea Brashchayko, Oleksandr Kyselov, Evgenij Zacharov, Claudia Bettiol e Aleksej Naval’nyj.

Presentazione vol.1/2024 di MicroMega “La Costituzione e i suoi nemici”, con Roberto Scarpinato, alle Nuove Officine Zisa di Palermo.

MicroMega+ del 16 febbraio con Marco d'Eramo, Micol Meghnagi, Francesco Suman, Davide Passamonti, Nicolò Bellanca, Fabio Ciconte.

Altri articoli di Video

Presentazione vol.1/2024 di MicroMega “La Costituzione e i suoi nemici”, con Roberto Scarpinato, alle Nuove Officine Zisa di Palermo.

In diretta sabato 11 novembre alle 15.00: “La strage di Hamas e l'invasione di Netanyahu: quale pace è possibile?”

La testimonianza di una volontaria di Gazzella onlus parla di situazione insostenibile per civili, anziani, donne e bambini nella città bombardata.